La diluizione

Oggi parlerò di un fenomeno chimico-fisico noto come diluizione. Invece di ammorbarvi con complicate disquisizioni e noiose definizioni asettiche, partirei immediatamente con una serie di esempi semplici ma efficaci: prendete una tazzina di caffè e versateci una decina di cucchiai di zucchero…il vostro caffè a questo punto risulterà disgustosamente dolce. Rovesciate il contenuto della tazzina in un contenitore più capiente e aggiungente altro caffè. Effettuando un nuovo assaggio verificherete che la bevanda sarà divenuta notevolmente meno dolce. Procedendo in questo modo, ovvero utilizzando contenitori sempre più voluminosi e continuando ad aggiungere caffè, il livello di zucchero diminuirà a tal punto da non essere più percepibile. In termini tecnici si direbbe che il soluto ha subito una diluizione progressiva, finendo per disperdersi quasi del tutto nel solvente…lo zucchero, però non è sparito…è ancora lì, ma il suo potere dolcificante è stato, per così dire, attenuato. Volendo fare un altro esempio intuitivo, potremmo rifarci alla Settimana Enigmistica ed in particolare al giochino dove si devono individuare le differenze fra due o più riquadri apparentemente identici. Se essi avessero una struttura semplice, non si incontrerebbe alcuna difficoltà nel rilevare gli elementi che li caratterizzano e differenziano. L’aumento della complessità rende il gioco più intrigante, proprio perché tali elementi si disperdono in un contesto articolato e confuso. Concludiamo con un ulteriore caso. Avete presente l’attuale Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Silvio Berlusconi? Egli, da quando ha deciso di ammorbarci con la sua disastrosa discesa in campo, non passa giorno che non sia costretto ad affrontare un qualche grattacapo giudiziario. Avete notato che non appena sorge una difficoltà in ambito legale, immediatamente Silvio, supportato dalla cricca dei galoppini, manovali e sgherri prezzolati, agisce seguendo uno schema consolidato negli anni e di incredibile efficacia: in primo luogo cerca di fare qualche legge per togliere di mezzo, almeno nell’immediato futuro, le cause pendenti sul proprio capo ed un istante dopo, grazie alla mostruosa macchina da guerra di cui dispone, annega quelle più imbarazzanti disseminando ovunque tutta l’immondizia che riesce a produrre, sempre con il prezioso aiuto dei suddetti figuri. Il Silvio, così facendo, inquina la fragile coscienza del popolino, precipitandolo in uno smarrimento lobotomizzante, catturandone l’attenzione labile, solleticandone i bassi appetiti, che lesti s’accendono ogni volta che il trogolo si riempie di nuovi succulenti gossip e frattaglie…nell’orgia mediatica di depistanti oscenità, Berlusconi diluisce le sue magagne, che alla fine d’altro non si parla se non delle scappatelle da latin lover o altre amenità, tutte sempre unite dal filo conduttore della gnocca, scatenando le invidie e l’ammirazione del maschio represso…tutti concentrati a sguazzare nella melma disinformante, perdendo di vista il filo del discorso, confondendo causa ed effetto, surriscaldandosi per l’innalzamento di toni e tensioni…e riducendosi a dibattere, a litigare, a focalizzare gli sforzi ed a sprecare tempo e fiato sull’inutile e vacuo nulla. Una celebre frase ben descrive la situazione: “quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito”…in tutto questo marasma, Silvio se ne sta lì, gongolante, nel suo scranno e osserva…imperturbabile e vagamente arrapato, nonostante l’età senile, si gode lo spettacolino, avendo cura di quando in quando d’indossare i panni di vittima sacrificale, di perseguitato…maestro inarrivabile nella sottile arte di titillare i più bassi istinti umani. Sono ammirato!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: