Fumo negli occhi

“Pagare meno ma pagare tutti” è una cazzata tanto clamorosa quanto irrealizzabile…vorrei tanto non sentire un Presidente del Consiglio, con maestoso coro degli amici e sottoposti, scagliarsi contro le tasse ed incitare all’evasione…vorrei da più parti sentir dire ciò che è l’unica cosa di cui questo paese ha veramente bisogno…l’unica cosa giusta da fare: “Pagare tutti per pagare meno”.

Annunci

Si va in Onna

Dobbiamo forse leggere lo slittamento di Matrix come una grande prova di democrazia? Silvio Berlusconi imprenditore che ricambia i tanti favori ricevuti dal più grande Premier nella storia di questo paese? Ballarò cancellato anch’esso, se non da Silvio Berlusconi Presidente del Consiglio in persona, sicuramente da persone fidate che sanno come compiacere il capo…tutto per concentrare la maggior potenza di fuoco possibile (ovviamente in termini di odiens) su una squallida messinscena posticcia…Berlusconi che consegna le pizze ai terremotati Porta a Porta…l’esaltazione nauseabonda dei successi fasulli di un Primo Ministro ridicolo e del suo decrepito Governo inetto.

Promesse mantenute? Mi chiedo quali fossero queste fottutissime promesse…probabilmente, fra le tante sparate nei giorni successivi alla scossa sismica, mi sono perso quella veramente vera. Una quarantina di villette prefabbricate sarebbero il grande risultato raggiunto?…e le altre migliaia di persone che restano in tenda? Devono stare tranquille o ce le possiamo a questo punto dimenticare? Villette peraltro costruite con fondi provenienti dalla Croce Rossa Italiana e dalla Provincia Autonoma di Trento…non dallo Stato Italiano. Che buffonata!! Che vergogna!! Tutto puzza inequivocabilmente di regime…mi chiedo gli italiano che cosa abbiano ancora bisogno di sentire, vedere ed annusare per rendersi conto di ciò che sta accadendo.

Pizza

Le uniche tre trasmissioni non filo-governative che ancora riescono ad andare in onda se la passano male…per non dire che navigano in un mare di merda…Ballarò, la più soft, viene bellamente spostata a piacimento del Cavaliere…per Anno Zero molti contratti non sono ancora stati firmati a pochi giorni dal via…a Report hanno sottratto l’assistenza legale…ma si continua ad affermare che l’informazione in Italia non è minacciata…non si trova pericolosamente sotto scacco…vi chiedo allora se veramente credete nell’esistenza di pluralità e completezza, oltre che libertà ed indipendenza.

Chi obietta che vi sono parecchi giornali su posizioni contrapposte a quelle del Governo forse ignora che la carta stampata in Italia non ha grosso seguito…non gode di buona salute…dovrebbe egli forse meditare sul fatto che il coefficiente di penetrazione della televisione è infinitamente più elevato di quello di qualsiasi testata giornalistica…anzi, di tutte le testate giornalistiche messe assieme…e la televisione, qui da noi, ha un nome ed un cognome. Silvio Berlusconi!! Direttamente con Mediaset e indirettamente, come Presidente del Consiglio, sulla Rai…cosa rimane?

Matematica gelminiana

Oggi tutti i giornali riferiscono dei 10.000 studenti bocciati a causa del voto in condotta…la ministra Gelmini si è detta estremamente soddisfatta per questo pregevole risultato, lanciandosi subito in farneticanti sproloqui su una supposta “ritrovata meritocrazia”…mi sovviene però una riflessione…fatta eccezione per quei rari casi in cui il genio si accompagna alla sregolatezza, ho l’impressione che uno studente il quale si arrivi a meritare un 5 in condotta a causa del proprio comportamento durante l’intero anno scolastico, non debba essere esattamente il prototipo del secchione, magari scivolato per sventura su una buccia di banana…uno che si prende un 5 in condotta credo sia da considerare più come un terrorista psicopatico, con un curriculum scolastico a dir poco agghiacciante…che abbia tentato di far saltare in aria almeno una volta l’automobile del professore di matematica o abbia tentato di abusare della supplente di inglese…insomma, uno con una pagella che approssimativamente si aggira attorno al 3.

Condotta Gelmini

Una persona a me molto vicina, la cui identità manterrò gelosamente segreta, si è trovata, in qualità di professoressa, ad affrontare una situazione alquanto bizzarra. Durante lo svolgimento degli scrutini per l’ammissione all’esame di maturità, il consiglio di classe ha dovuto valutare il caso di una studentessa decisamente poco meritevole…considerando l’andamento della suddetta nelle materie più “ortodosse”, essa si era guadagnata un bel 5 e sgoccioli…trattasi quindi di piena insufficienza, tale cioè da garantire la bocciatura…ecco però comparire un 9 in educazione fisica ed un bel 8 pieno in condotta (che ora, grazie alla Gelmini, fa media)…risultato? La ragazza è stata ammessa all’esame di maturità con una sufficienza stiracchiata, grazie al suo profondo impegno ginnico ed al fatto che tutto sommato in classe non aveva mai rotto i coglioni più di tanto…il caso ha poi voluto che venisse successivamente segata dalla commissione d’esame…ma si sa, viviamo in una società nella quale le ingiustizie sono all’ordine del giorno.

Vorrei tanto lasciarmi andare e dire quello che veramente penso della Gelmini, ma mi limiterò a dire: questa sì, cara ministra, che è MERITOCRAZIA!!

Flash dall’Italia

L’on. cav. Silvio Berlusconi, dopo aver lungamente meditato sulla frase recentemente pronunciata a Cagliari nella quale ironizzava sui desaparecidos ed i voli della morte, ha finalmente capito di aver superato il limite, cogliendo il potenziale offensivo contenuto in quelle parole uscite di getto e con leggerezza. Il Presidente del Consiglio è immediatamente corso ai ripari al fine di rimediare all’oltraggio arrecato a quel paese amico ed alla sua popolazione, chiedendo solennemente scusa alla federazione calcio argentina. Riportiamo un frammento della dichiarazione: “non era mia intenzione mancare di rispetto ad uno sport così nobile…sport, quello del gioco del pallone, al quale tanto ho dato e molto ancora offrirò”.

Fonti attendibili sosterrebbero che fra i candidati alla leadership del Partito Democratico, attualmente vacante dopo le “improvvise” dimissioni di Walter Veltroni, vi sia papa Benedetto XVI. Candidatura energicamente sponsorizzata da Francesco Rutelli e Paola Binetti. Le frange più laiche del PD si dicono compiaciute e assicurano che “finalmente i grandi temi morali, da troppo tempo trascurati ed oggi preponderanti rispetto a quelli economici, troveranno un rappresentante lucido e dalle ampie vedute…con Benedetto, inoltre, le probabilità di vittoria nelle prossime europee aumentano smisuratamente…e chissà, forse in un futuro prossimo si riuscirà ad andare compatti al Governo del paese”.

Noto sciupafemmine campano, del quale non riveleremo l’identità, confessa di essersi riscoperto gay dopo aver inavvertitamente ascoltato il pregevole brano presentato da Povia al 59° festival di Sanremo. Egli, preso da un momento di passione travolgente, stava facendo sesso con la propria partner, con il televisore distrattamente lasciato acceso e sintonizzato sulla manifestazione canora. Immediatamente dopo aver udito le strofe iniziali del pezzo, il protagonista della storia ha repentinamente iniziato a provare forte repulsione per la bellissima femmina che stava “montando selvaggiamente”, sue testuali parole. Svariate altre segnalazioni stanno giungendo da ogni parte del paese.